AD CALVARIAM 7 dicembre 2018 – 6 gennaio 2019


AD CALVARIAM
Dario Denso Andriolo

Cripta di San Matteo al Cassaro – Palermo
7 dicembre 2018 – 6 gennaio 2019

Venerdì 7 dicembre 2018, alle ore 19:00, si presenta alla cripta di san Matteo al Cassaro (Palermo) “Ad Calvariam”, video-scultura dell’artista Dario Denso Andriolo ispirata all’iconografia del Christus patiens.

L’opera, presentata alla chiesa di santa Maria dello Spasimo come evento collaterale di Manifesta12 e anteprima I-design, trova nuovo allestimento in un altro suggestivo monumento, la cripta di san Matteo, luogo di sepoltura di artisti quali Vito D’Anna (1718-1769) e Giacomo Serpotta (1652-1732).
L’installazione si lega a doppio filo con il capolavoro di Raffaello, lo “Spasimo di Sicilia” (1517), oggi custodito al Prado di Madrid e originariamente destinato alla chiesa omonima palermitana. La dolorosa salita al Calvario, descritta con grande intensità dall’artista urbinate, si converte e si condensa in una figurazione estremamente sintetica, carica di pathos e intenso magnetismo, in grado di raccontare in chiave contemporanea l’universalità del dolore e delle sofferenze umane.
Un incrocio destrutturato di bianchi volumi diviene schermo per la visione drammatica della Passione, che si eternizza nel tempo presente mettendo a nudo un conflitto umano e sociale in cui il tempo sembra arrestarsi, retrocedere e poi riprendere forma.
L’installazione, promossa da I-design e dall’associazione Amici dei Musei Siciliani è a cura di Maria Luisa Montaperto e inserita nella programmazione di Palermo Capitale Italiana della Cultura 2018.

Anteprima I-design, ieri sera la croce di Dario Denso Andriolo per Manifesta12 collateral

Anteprima I-design, la croce di Dario Denso Andriolo in Manifesta12 collateral

In una Palermo sospesa tra classicità e contemporaneità, l’opera “Ad Calvariam” dell’artista Dario Denso Andriolo ha proposto il tema della passione. Sorprendente la risposta del pubblico

Il sonoro dell’opera guidava i fruitori sin dall’ingresso di Santa Maria dello Spasimo. Nella cornice suggestiva dell’antico convento, nella serata di ieri giovedì 25 ottobre, i visitatori arrivati dinnanzi alla videoscultura Ad Calvariam” dell’artista palermitano Dario Denso Andriolo osservavano con gli occhi sgranati. Subito pronti i cellulari per filmare quel momento e condividerlo.

L’opera di Andriolo, in esposizione solo per la serata di ieri, nell’ambito di Manifesta 12 – Collateral Events, ha portato al pubblico il tema della croce, della passione, del dolore. Le riflessioni e i commenti del pubblico lasciavano trapelare una comprensione dell’opera capace di andare oltre la reinterpretazione di un tema classico affrontato dai grandi maestri, Giotto, Pontorno e Raffaello Sanzio. La percezione del lavoro terribilmente contemporaneo rimandava ad una visione tragica dell’essere umano. Un calvario interiore per alcuni, cruento per altri; nel simbolo della croce qualcuno ha trovato la propria crocifissione contemporanea oltre la linea di confine.

L’esposizione, organizzata come #Anteprima I-design e curata da Maria Luisa Montaperto, è stata occasione di riflessione profonda, all’interno di uno scorcio magico, in una Palermo sospesa tra classicità e contemporaneità.

Foto Paolo Castronovo

 

AD CALVARIAM

AD CALVARIAM DARIO DENSO ANDRIOLO

Ad Calvariam

GIOVEDÌ 25 OTTOBRE | ore 19.00
CHIESA DI SANTA MARIA DELLO SPASIMO (Palermo)

Manifesta Biennial 12 – Collateral Events ospita la video-scultura AD CALVARIAM dell’artista palermitano Dario Denso Andriolo.

L’esposizione, organizzata come #ANTEPRIMA I-design Palermo e curata da Maria Luisa Montaperto, è inserita nella programmazione di Palermo 2018 Capitale della Cultura.

L’opera rimarrà in esposizione solo giovedì 25 ottobre.

INGRESSO LIBERO.

————
Il tema della croce, radicato nella cultura europea da secoli, con Andriolo giunge al linguaggio della contemporaneità sotto una declinazione estetica nuova e complessa. Diviene INSTALLAZIONE, PERFORMANCE, ESPERIENZA.

L’opera, progettata proprio per la Chiesa di Santa Maria dello Spasimo, si lega a doppio filo con il capolavoro di Raffaello, lo “Spasimo di Sicilia” (1517). Un incrocio destrutturato di bianchi volumi rievoca la forma del corpo sofferente del CHRISTUS PATIENS e diviene schermo per la visione drammatica della Passione.

Una PROIEZIONE VIDEO della stessa, che si perde in lontananza rimpicciolendosi con una fuga centrale, non solo determina gli spazi prospettici, ma introduce anche il racconto, scandito da un SUONO SINCOPATO…

Esposizione: giovedì 25 ottobre 2018, ore 19:00
A cura di: Maria Luisa Montaperto
Organizzatori: Manifesta12 – Collateral Events, I-Design
Partners: Palermo Capitale della Cultura 2018, DDA Studio, Amici dei Musei Siciliani

Partners
Amici dei Musei Siciliani | DDA
Technical Partner
ASSAULT Studio | ICONA – Media & Events
Tipografia dell’Università

Chiesa di santa Maria dello Spasimo
Piazza Carlo Ventimiglia, 10
Palermo (Pa)

Manifesta, arriva Circus Revival di Marcello Maloberti

Torna a Palermo la singolare installazione dell’artista Marcello Maloberti, docente alla NABA di Milano. Circus è un “circo urbano” che coinvolge artisti, studenti e abitanti del luogo in un labo- ratorio di incontro e di dibattito
Dopo dieci anni Circus Revival, dell’artista lombardo Marcello Maloberti, torna a Palermo. All’interno degli eventi collaterali 5x5x5 di Manifesta 2018, il prossimo giovedì 14 giugno, dalle 18.00 alle 24.00, in piazza Garraffello avrà luogo il “Circus” itinerante. Un’installazione collettiva temporanea, che dura per un solo giorno. Maloberti lo definisce “un campeggio itinerante, un palcoscenico urbano, una festa da vagabondo, una lampada di Aladino”.
L’opera è costituita da un tendone da mercato, da cui pendono duecento specchietti appesi con fili di rafia. A pochi passi dal tendone, un dj suona in sottofondo. L’atmosfera è surreale. Ogni elemento scelto è una delle componenti di un piccolo “luna park” dove convergono architetture e passanti. All’installazione partecipano la comunità del luogo, le associazioni locali, gli artigia- ni, i migranti. A collaborare sono anche lo studio dell’artista palermitano Dario Denso Andriolo, per il supporto alla logistica, e un gruppo di studenti del Liceo Artistico statale “Vincenzo Ragusa e Otama Kiyohara” di Palermo e dell’Accademia di Belle Arti di Paler- mo.
L’aspetto laboratoriale è il punto di partenza della performance. “Una grande occasione anche per creare un dialogo in modo molto naturale tra le accademie di Milano e le scuole d’arte di Palermo, anche in vista di una prospettiva futura”, aggiunge Maloberti, docente di Arti Visive alla NABA di Milano.
Circus è un tour iniziato nel 2003 a Imola. È stato presentato a: Mestre / Venezia (2004), Paler- mo (2007), Vitry / Paris (2012) e Salonicco Biennale (2013).
Un progetto sostenuto dai mecenati Sergio Beretta, Mauro Micheli e Giuseppe Banderali.

Mostra “Supposte d’Arte”, un’opera di Dario Denso Andriolo per il pubblico del 2068

Al progetto/esperimento che vede coinvolti oltre venti artisti contemporanei di Milano, Brera e Palermo, vi è il palermitano Dario Denso Andriolo con un’opera delle serie “Under Pressure”

Dario Denso Andriolo è tra gli artisti in esposizione alla collettiva di design “Supposte d’Arte” che si inaugura questa sera 15 maggio alle ore 19 ad “ARèA”, in Piazza Della Rivoluzione a Palermo. Una mostra del tutto originale, che guarda al pubblico del futuro e che vorrebbe conservarsi per ben cinquant’anni, fino al 2068.

Un progetto/esperimento che vede coinvolti oltre venti artisti contemporanei provenienti dagli ambienti della NABA di Milano, dall’Accademia di Belle Arti di Brera e di quella di Palermo insieme alla facoltà di Disegno Industriale della città siciliana. Un progetto, a cura di Gianni Pedone e Ombretta Zora, che prende forma in “ARèA” di Giovanni Lo Verso, una realtà che nasce nel 2003 dal recupero di un vecchio deposito commerciale sito nel rivalutato centro storico di Palermo.

Le “Supposte d’Arte” sono delle piccole capsule al cui interno ogni artista, ha riposto una propria opera. Ogni capsula è una supposizione artistica, un microcosmo sotteso da una campana che custodisce una precisa concezione dell’arte e del design d’oggi, una riflessione del tutto contemporanea, da tramandare al pubblico del futuro.

L’artista palermitano Dario Denso Andriolo, nella sua capsula ha posto un’opera della serie “Under Pressure”. Un’opera che attraverso ritagli di testo giustapposti e incollati, condensa la riflessione sul rapporto tra l’informazione veicolata nel tempo dalla pagina scritta e lo sfaldamento della comunicazione nell’epoca digitale, sottolineando come la dimensione contemporanea masmediale progressivamente registrata una scomparsa della conoscenza.

La mostra in esposizione ad ARèA, in P.zza Della Rivoluzione, via Schiavuzzo, 65, a Palermo, sarà fruibile fino al 30 maggio previo appuntamento e con ingresso gratuito.

In Saecula Saeculorum 32×48


Limited and signed edition
Print | Fedrigoni Tintoretto neve 250 g
Size | 32×48 cm ||| 12,5”x19” inch
.
• n 20 – Santa Rosalia
• n 20 – Sant’Agata
• n 20 – Santa Oliva
• n 20 – Santa Cristina
• n 20 – Santa Ninfa

info : dario.denso.andriolo@gmail.com

Passum | Documentario Video Mapping

Light In Brancaccio 2017 (Short documentario)
Dalla bozza su carta al modellino plastico.

Dal render 3D alla proiezione video che ha trasformato l’imponente monumento patrimonio dell’Unesco in una tela. Un estratto del documentario “Light in Brancaccio”, girato da Francesco Marotta per Assault Studio, racconta per immagini l’iter progettuale di Dario Denso Andriolo, il visual artist che lo scorso settembre ha acceso di luci e colori il ponte dell’Ammiraglio Giorgio d’Antiochia di Palermo. Suggestivo il susseguirsi di frame animati. Quel fascio di luce che, colpendo la massiccia architettura normanna, ne ha rivelato la storia ed il mito, ha conquistato il pubblico presente.

Production & Projection Mapping | Dario Denso Andriolo
Electronic Music | Marco Tipa
Shooting & Film Editing | ASSAULT Studio

NHVR | Baccanica | SIAE | MiBACT | Comune di Palermo