Mostra “Supposte d’Arte”, un’opera di Dario Denso Andriolo per il pubblico del 2068

Al progetto/esperimento che vede coinvolti oltre venti artisti contemporanei di Milano, Brera e Palermo, vi è il palermitano Dario Denso Andriolo con un’opera delle serie “Under Pressure”

Dario Denso Andriolo è tra gli artisti in esposizione alla collettiva di design “Supposte d’Arte” che si inaugura questa sera 15 maggio alle ore 19 ad “ARèA”, in Piazza Della Rivoluzione a Palermo. Una mostra del tutto originale, che guarda al pubblico del futuro e che vorrebbe conservarsi per ben cinquant’anni, fino al 2068.

Un progetto/esperimento che vede coinvolti oltre venti artisti contemporanei provenienti dagli ambienti della NABA di Milano, dall’Accademia di Belle Arti di Brera e di quella di Palermo insieme alla facoltà di Disegno Industriale della città siciliana. Un progetto, a cura di Gianni Pedone e Ombretta Zora, che prende forma in “ARèA” di Giovanni Lo Verso, una realtà che nasce nel 2003 dal recupero di un vecchio deposito commerciale sito nel rivalutato centro storico di Palermo.

Le “Supposte d’Arte” sono delle piccole capsule al cui interno ogni artista, ha riposto una propria opera. Ogni capsula è una supposizione artistica, un microcosmo sotteso da una campana che custodisce una precisa concezione dell’arte e del design d’oggi, una riflessione del tutto contemporanea, da tramandare al pubblico del futuro.

L’artista palermitano Dario Denso Andriolo, nella sua capsula ha posto un’opera della serie “Under Pressure”. Un’opera che attraverso ritagli di testo giustapposti e incollati, condensa la riflessione sul rapporto tra l’informazione veicolata nel tempo dalla pagina scritta e lo sfaldamento della comunicazione nell’epoca digitale, sottolineando come la dimensione contemporanea masmediale progressivamente registrata una scomparsa della conoscenza.

La mostra in esposizione ad ARèA, in P.zza Della Rivoluzione, via Schiavuzzo, 65, a Palermo, sarà fruibile fino al 30 maggio previo appuntamento e con ingresso gratuito.